Dopo le nostre pressioni, la Banca ha prodotto il Piano Organici per il 2017.

In tre allegati vengono indicati gli avanzamenti interni previsti per il prossimo anno, carriera per carriera.

Il dato che emerge, riflette luci ed ombre di un’Amministrazione in cerca di expertises in maggior misura dall’esterno, invece che dall’interno delle sue fila.

Se da un lato, infatti, il numero di 12 avanzamenti interni ad Expert previsti dalla Carriera Operativa (3 per i tecnici),
dimostra  che ci saranno corposi approvvigionamenti di risorse esterne mediante l’indizione (entro i primi mesi del 2017) di concorsi, dall’altro esso dimostra che, agli occhi della Banca, l’esperienza e la competenza degli operativi che possono accedere al concorso interno contano ben poco.

I dati che riportiamo fedelmente saranno oggetto di confronto (seppur non negoziale) in un incontro nel mese di gennaio.

Da sottolineare che le oggettive difficoltà incontrate dalla Banca hanno comportato  delle liste che scontano ancora in parte le vecchie denominazioni per gradi e carriere.


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?
Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [35.59 KB]


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?
Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [17.79 KB]


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?
Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [55.89 KB]

15 Comments

  • Marco

    Salve, ma se ho capito bene BdI vuole fare un concorso per figure tecniche ICT?

    • falbilab

      È una possibilità reale. A gennaio, nel corso del confronto con la delegazione Aziendale, sarà possibile ottenere dati ulteriori.

      • Marco

        Quindi hanno preferito lasciare fuori le ultime trenta circa in totale persone tra i due profili A e B di coadiutore ICT per fare un altro concorso???

        • falbilab

          Il concorso cui ti riferisci è ormai davvero datato, e la Banca non ha attuato alcuna procedura per ottenere un rinnovo delle graduatorie in essere. Resta il fatto che il profilo di Coadiutore ICT non è soggetto allo stesso scorrimento di quello dei coadiutori amministrativi.

  • Marco

    Onestamente lo trovo molto singolare che non si rinnovi una graduatoria a “costo zero” dalla quale attingere professionisti e preferire un eventuale nuovo concorso con ciò che consegue in termini di costo e con un programma di studio che sarà il 99% identico a quello dell’ultimo concorso! Ma voi sindacati queste interrogazioni li fate???
    Saluti.

    • falbilab

      Le facciamo eccome! Ma non rientra nei poteri è alcun sindacato negoziare i piani di assunzione. Abbiamo la forza della nostra moral suasion e la forza, grande, della nostra rappresentatività. Con quelle sappiamo di venire ascoltati anche in campi come questo. Ma, ripetiamo, la graduatoria cui ti riferisci è datata oltre ogni altra, ed è un fatto che la Banca non ha inteso rinnovarla, pur esponendosi così a dei costi forße “superflui”.
      È accaduto lo stesso il mese scorso con una graduatoria scaduta per un concorso ad operai.

      • Marco

        Il fatto di essere datata, a mio modesto parere, non può essere un parametro tale da portare alla chiusura . Soprattutto quando la si era rinnovata ultimamente di soli 6 mesi e durante tale periodo è stata fatta scorrere! Quindi se per datata s’intende che le persone ancora rimaste erano datate non mi pare proprio visto che hanno attinto sino a pochi mesi fa! Questo comportamento di banca d italia è a mio modo di vedere molto sorprendente che merita più attenzione mediatica di quanto non se ne stia dando! Come la mettiamo se il programma del futuro concorso sarà come prospetto al 99% uguale? Tutto ciò porterebbe solo ad una conclusione triste che probabilmente le poche persone rimaste non destavano “interesse” a tal punto di manternere in vita le graduatorie! W l’italia!

        • falbilab

          Siamo consapevoli del fatto che la Banca troppo spesso operi in modo da scontentare larghe fasce di colleghi o aspiranti tali. E non manchiamo di evidenziare tali comportamenti. Tutto però deve sempre rientrare nei limiti del nostro mandato e dei nostri poteri di azione. Abbiamo interessato e continueremo ad interessare gli organi di stampa, e non manchiamo mai di farlo attraverso i nostri strumenti di comunicazione, denunciando di volta in volta le azioni della Banca che andavano contro l’interesse dei colleghi e dei cittadini.

  • Marco

    Forse voi sapete rispondere alla seguente domanda :
    Cosa ha permesso a Banca d’Italia di non applicare la proroga delle graduatorie disposta con l’ultima legge di stabilità?

    • falbilab

      Lo consente l’assoluta autonomia della Banca in fatto di gestione del personale, cardine della nostra indipendenza. Occorre ricordare che la Banca d’Italia è un “Istituto di Diritto Pubblico” e non una Pubblica Amministrazione, altrimenti sarebbe stata sì interessata dalle proroghe delle graduatorie, ma prima anche dalla riforma Madia, che avrebbe causato una falcidia di posizioni in organico, rendendo di fatto impossibili nuove assunzioni.

  • Alessandro

    Buongiorno, mi accodo ai messaggi di Marco in quanto idoneo nella graduatoria Assistenti Tecnici ICT lettera A che, dopo anni di attesa e false speranze (spesso alimentate dai sindacati stessi) si trova fuori e probabilmente portato ad affrontare nuovamente un concorso per il quale il programma di studio sarà verosimilmente identico. Penso che semplicemente non sia un comportamento corretto, soprattutto in un contesto come quello attuale,tra l’altro con tante graduatorie fortemente rallentate da riforme delle pensioni (Fornero su tutti).

    • falbilab

      Possiamo ben comprendere il disagio di chi da tempo attende risposte in fatto di lavoro. Ma se hai (almeno un po’) cognizione di quale sia la realtà sindacale in banca d’Italia (per la riforma Fornero rivolgersi ai passati governi ed ai sindacati confederali), la Falbi, sindacato AUTONOMO e di maggioranza in BI, ha sempre ottenuto riscontri nel senso esattamente opposto. Solo nel corso del 2016 sono stati approvati, grazie alla nostra negoziazione, ben due provvedimenti di pensionamento anticipato, volti esattamente a favorire nuove assunzioni e ricambio generazionale. Ci troviamo pertanto a rigettare nettamente e con serenità ogni accusa, probabilmente male informata, di comportamenti scorretti da parte dei sindacati su tale argomento. Occorre inoltre considerare due punti fondamentali:
      1) i sindacati hanno potere, regolato dalla legge, di concertazione su chi è nel mondo del lavoro. Sfortunatamente le stesse leggi limitano ad una moral suasion (e ci pregiamo di operarla con una certa efficacia: la pubblicazione del documento di cui all’articolo ne è una prova) ogni azione nei confronti di chi non è ancora dipendente BI.
      2) Sul piano morale occorre interrogarsi su quanto possa ritenersi corretto mantenere ferme delle graduatorie (che hanno da tempo esaurito e superato il numero di idonei da assumere secondo il bando di concorso) impedendo, dopo anni, la possibilità di ingresso alle nuove generazioni, le quali non avrebbero l’opportunità, che è stata data ad altri, di cimentarsi in un concorso.

      Ciononostante, l’articolo sulla semestrale pubblicato su questo stesso sito mostra chiaramente il nostro costante impegno nel richimare la Banca ad un continuo ricambio generazionale. Leggere per credere!
      Non faremo mai mancare il nostro impegno in tutto ciò che è giusto tutelare, di questo potrete essere sempre certi.

      http://www.falbi.it/dipartimento-informatica-incontro-annuale/

  • Marco

    Qui nessuno ha messo in dubbio il vostro operato , ma bisogna tener conto che non sarebbe costato nulla a BI mantenere due graduatorie A e B per i coadiutori per un totale di persone non superiori a 30! Voi potrete addurre qualsiasi motivazione, ma resta il fatto che questo è stato un comportamento non uguale rispetto a coloro che hanno potuto usufruire dello scorrimento! Allora bisogna chiedersi se veramente non bisogna cambiare a livello nazionale il modus operandi dei concorsi. Perchè non è tollerabile che si bandisce un concorso per X persone e poi di queste X se ne prendono altre grazie agli scorrimenti lasciando fuori gli altri. Questo ad oggi è un comportamento iniquo. Allora o si fanno concorsi in cui si avranno solo vincitori, così da porre fine a questi giochetti di meri interessi personali sugli scorrimenti ,oppure prima di indire un concorso in base alla programmazione strategica triennale si fanno bandi in cui si prevede entro quel triennio un assunzione certa sia di vincitori sia di una certa percentuale di idonei a priori di modo che ogni partecipante abbia chiaro sin da subito quali siano le “regole di gioco” e potrà valutare con serenità in base ai propri impegni se dedicare tempo,denaro e sacrifici .
    Questo è quello che dovreste ottenere. Allora si che un sindacato sarebbe l’esempio di lotta a favori di TUTTI indistintamente non che ad oggi ci sono persone di serie A e serie B.

    Auguri a tutti!

  • Giovanna

    Salve, sarebbe possibile avere informazioni sui prossimi concorsi?
    Dal piano organico pubblicato risulta che sono previsti concorsi per 12 esperti: si intende per concorsi interni o concorsi dall’esterno?
    Dal momento che parlate di corposi approvvigionamenti dall’esterno, si hanno informazioni sul prossimo concorso esterno (tempistica)?
    Grazie mille

    • falbilab

      Buonasera! Il numero di 12 Expert si riferisce agli avanzamenti previsti per concorso interno. Data l’esiguità di “questo” numero, siamo fiduciosi che la Banca intenderà approvvigionarsi sin expert prevalentemente dall’esterno, mediante l’indizione di nuovi concorsi per il 2017. Dati e date attendibili ci verranno forniti tra gennaio e marzo, al netto dei (molti) pensionamenti previsti, nel corso delle riunioni del Pre-Consiglio, alle quali il nostro sindacato è accreditato ad intervenire.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi